Fratelli di Cordata – Racconto della Serata

2018.03.17 7441

2018.03.17 7441

Da Fratelli di cordata .… quando abbiamo in testa una via , per esempio, la proviamo senza pause, come posseduti, finché non ci riesce di risalirla … è una modalità che noi due condividiamo completamente … a tanti non interessa investire un’intera giornata per procedere magari di soli 20metri, né impiegare settimane, mesi o anche anni per fare qualcosa che nessuno abbia mai fatto prima. Per noi, invece questo è il massimo” dicono all’unisono…

17 marzo. Pioviggina … tutto grigio intorno, da giorni. Parcheggiate le macchine pochi passi ci separano del Museo dove si terrà l’incontro con Florian Riegler. Bella la sala e gli amici che vanno ad occupare alcune sedie rosse. Scambi di sorrisi e attenzione per il climber arrivato da Bolzano.

Una immersione nell’arrampicata intesa come esplorazione di pareti inviolate.

Ecco la risposta di Florian alla domanda di cosa si prova cercando una linea che si stagli sulla muraglia di roccia e provare e riprovare per raggiungere per quella nuova via la cima dondole un nome, sorride e candidamente risponde che è come prendersi cura di un baby.