Conservo tutto!

Ricordo con particolare piacere una sera in cui Cosma mi portò al “cirque electrique” un posto pazzo dove musicisti accompagnavano i numeri degli artisti circensi…una bellissima serata. E poi come dimenticare la sua visita in ospedale, quando, operata ai piedi l’anno scorso, mi stavo  risvegliando dall’anestesia..e lui era Già li, ai piedi del mio letto, a vedere come stavo. 
E i pizzoccheri cucinati da lui e mia madre, una sera di convalescenza in cui potevo appena camminare, lui era un abile cuoco e una gran forchetta. 
Il suo sorriso, la sua spontaneità, la sua tenera goffaggine, il suo gran coraggio, il suo entusiasmo inarrestabile, quei capelli dritti dritti e elettrici come un galletto e gli occhi pieni di vita.
Conservo tutto!

Eva (Paris)